“La polizia ha deciso di attaccare la scuola!”

Tanto ciò è vero che nessuno degli imputati ha mai posto in dubbio che l’esito dell’operazione era stato l’indiscriminato e gratuito pestaggio di pressoché tutti gli occupanti del plesso scolastico, preceduta dall’altrettanto gratuita aggressione portata dagli operatori della polizia nei confronti di cinque inermi persone che si trovavano al di fuori della scuola.

[…]

Le parti hanno concordemente riferito che tutti gli operatori di polizia, appena entrati nell’edificio, si sono scagliati sui presenti, sia che dormissero, sia che stessero immobili con le mani alzate, colpendo tutti con i manganelli (i cd. tonfa) e con calci e pugni, sordi alle invocazioni di “non violenza” provenienti dalle vittime, alcune con i documenti in mano, pure insultate al grido di: “Bastardi!”

Allora è del tutto condivisibile il giudizio espresso dalla corte Genovese di condotta cinica e sadica da parte degli operatori di polizia […] tanto che, perfino alcuni privati cittadini, che stavano effettuando delle riprese video dell’arrivo della polizia in via Cesare Battisti, avevano significativamente commentato ad alta voce: “La Polizia ha deciso di attaccare la scuola!”

[….]

Ed allora, del tutto logicamente i giudici territoriali hanno interpretato il già per sè eloquente “Basta! Basta!” intimato da Fournier ai suoi uomini non appena avvedutosi del corpo esamine Melanie Jonasch, come sintomatico del superamento di ogni limite  e come ordine di interrompere una condotta fino a quel momento accettata o comunque preventivata, solo l’eccesso della violenza avendo costretto Fournier , per paura di ulteriori e più gravi conseguenze, a far allontanare i propri uomini, consentendo così che le violenze avessero contestualmente termine, violenza la cui entità era risultata ripugnante allo stesso comandante del reparto che, non appena ritornato nel cortile della scuola, aveva espresso al Canterini la volontà di “non lavorare più con questi macellai qui”.

[Corte di Cassazione Penale – V SEZIONE – Sentenza 38085/2012]

Annunci